Vitiligine e perseveranza

 Nome e Provenienza
 Claudio
 Domanda Buongiorno, ho letto del vostro gruppo nei vari forum e mi trovo qua a chiedervi qualche informazione... Mi chiamo Claudio ed ho 31 anni, da un paio d'anni purtroppo mi trovo a combattere anche io con questa malattia, dal nulla a seguito di un infortunio alla caviglia, comparse la prima macchia bianca sulla caviglia, piano piano ne sono sbucate di nuove sui gomiti, sotto la rotula e sui genitali.. andando all'xxxxxxxxxxxx mi dissero che era vitiligine e mi diedero come cura.. due integratori xxxxxxx e xxxxxxxxxx, da abbinare a una crema xxxxxxxxxxx.
Dopo alcuni trattamenti sui genitali la macchia era quasi sparita.. ora però.. si è stabilizzata ma sembra che sui gomiti sia in lieve aumento e mi trovo due macchioline sulle mani. Non so come comportarmi perchè.. per ora.. le macchine sono diciamo "sostenibili" esteticamente.. non sono enormi anche se non ci convivo granchè bene.. vorrei avere alcune delucitazioni.. in quanto spero almeno di riuscire a bloccarla finchè è ancora non cosi espansa.
P.s. Ho letto delle varie cause scatenanti, traumi , tiroide, fegato ecc... ora.. siccome nell'arco della mia vita la malattia è si partita da un infortunio ma da analisi per la tiroide c'era un valore 1 pò alto di un tipo di anticorpi che il medico disse che nn era pericoloso.. ma non vorrei influisse anch'esso sulle macchie.
Mi scuso se sono stato molto prolisso ma davvero non so proprio da che parte cominciare.
Cordiali saluti e grazie in anticipo, Claudio.
 Risposta

vitiligine_perseveranza Caro Claudio,
la tua storia  (esordio da trauma) è molto comune, quasi sempre la vitiligine nasce a seguito di stress o trauma fisico, come altre malattie autoimmunitarie.
Quello che vorremmo puntualizzare è che, come dimostri dalla tua stessa mail, avevi avuto risultati (anche se con una terapia davvero semplice) e a seguito di interruzione della terapia hai avuto una ricaduta.
La mia domanda è come mai non hai continuato dato il buon inizio?
Vedi la vitiligine è davvero curabile, necessita tuttavia di molta dedizione tempo. Più è diffusa e maggiore è l'impegno che serve, meno è diffusa e più semplice è la guarigione.

Il nostro consiglio è quello di ritornare dallo specialista in questione e continuare la terapia, scalare la vetta non è affare semplice ma da una enorme soddisfazione.

In bocca al lupo

 Bibliografia